“Le morti dei migranti sono crimini che offendono l’intera famiglia umana”. È il durissimo monito che Papa Francesco ha pronunciato all’Angelus durante il quale ha voluto pregare per gli immigranti che sono morti tragicamente. Bergoglio ha ricordato che “anche nei giorni scorsi numerosi migranti hanno perso la vita nei loro terribili viaggi. Per tutti questi fratelli e sorelle, prego e invito a pregare. In particolare, mi unisco al cardinale Schönborn e a tutta la chiesa in Austria nella preghiera per le settantuno vittime, tra cui quattro bambini, trovate in un camion sull’autostrada Budapest-Vienna. Affidiamo – è stato l’appello del Papa – ciascuna di esse alla misericordia di Dio; e a lui chiediamo di aiutarci a cooperare con efficacia per impedire questi crimini, che offendono l’intera famiglia umana”.

| 30 agosto 2015